Come funziona la sigaretta elettronica

Indice

  • Come funziona la sigaretta elettronica
  • Da cosa è composta una sigaretta elettronica
  • Come si svapa?
  • Modelli di sigaretta elettronica

Lo svapo è quella pratica che prevede l’utilizzo di una sigaretta elettronica per vaporizzare liquidi specifici aromatizzati (con o senza nicotina) con lo scopo di fornire un'alternativa valida e più salutare al fumo di tabacco, con una riduzione del danno provocato dalla sigaretta classica.

Il successo della sigaretta elettronica (inventata da Hon Lik nei primi anni 2000 e oggi utilizzata da più di 37 milioni di persone nel mondo) è proprio la possibilità di eliminare le sostanze dannose senza cambiare le abitudini come la gestualità e la sensazione generale.

Il funzionamento dell'e-cig

La sigaretta elettronica si basa su un circuito elettrico che, tramite un pulsante, manda una scarica elettrica accumulata dentro una batteria verso una resistenza composta da un filo resistivo. Quando viene attraversata dalla corrente si surriscalda, trasformando il liquido per sigarette impregnato in un materiale assorbente, spesso cotone, in vapore che viene aspirato tramite un bocchino chiamato drip tip.

Ricapitolando:

  • all'interno della ecig si sviluppa energia
  • l'energia accende una resistenza che permette anche al liquido di riscaldarsi
  • il liquido si scalda, passa allo stato gassoso (vapore) e viene inalato.

 

I componenti della sigaretta elettronica

Esistono tanti tipi sigarette elettroniche, ma a prescindere dalla propria forma e funzionalità, possiedono tutte le seguenti componenti:

  • corpo Batteria;
  • batteria (ricaricabile);
  • display (se presente nel modello);
  • tank o atomizzatore;
  • la resistenza (o coil);
  • drip tip.

Le parti principali e quindi quelle più importanti sono solamente tre di quelle elencate: l'atomizzatore, la batteria e la resistenza.

Scopriamo nel dettaglio quali sono le caratteristiche di queste componenti.

Atomizzatore

L’atomizzatore è il cuore della sigaretta elettronica. Al suo interno avviene la vaporizzazione dei liquidi da svapo. Ha solitamente una forma cilindrica ed è installato sopra la box mod.

Ne esistono tanti modelli. Alcuni per il tiro di guancia altri per il tiro polmonare. A seconda del tipo di resistenza di questi atomizzatori avremo minore o maggiore quantità di vapore.

Il mercato offre diverse categorie di atomizzatori, ma le principali e più diffuse sono due:

  • atomizzatore con Tank (con testina fissa o intercambiabile);
  • atomizzatore RDA ( senza tank)

L’atomizzatore con Tank è stato la rivoluzione della sigaretta elettronica, in quanto permetteva di vaporizzare una quantità maggiore di liquido rispetto alle sigarette elettroniche stilo che erano provviste di una spugnetta con poco liquido. 

L’atomizzatore RDA è un atomizzatore per esperti dove la resistenza deve essere realizzata dall’utente. Non è previsto nessun serbatoio, il vaper versa poche gocce sulla resistenza e aziona il dispositivo.

 

Corpo Batteria

La batteria utilizzata nelle sigarette elettroniche sono al litio e si trovano dentro un corpo batteria dotato sempre più spesso di un circuito elettrico e display dove tenere sotto controllo tutte le informazioni necessarie.

Il pulsante presente serve per azionare il dispositivo, per accenderlo e spegnerlo ma anche per gestire il menù. I nuovi sistemi sono dotati della modalità automatica che consente l’attivazione nel momento in cui si tira donando una maggior naturalezza simile al tiro della sigaretta classica.

 

La resistenza

La resistenza è la parte della sigaretta elettronica grazie a cui avviene la trasformazione del liquido in vapore. Ne esistono di differenti tipi come quelle integrate dentro le pod, quelle sostituibili e quelle artigianali.

A seconda del sistema e dell’atomizzatore utilizzato andrà installata una resistenza specifica che però potrà avere valori resistivi (in ohm) differenti.

  

Come si svapa?

Partiamo con il dire che svapare non è come fumare. Le differenze sostanziali sono prima di tutto la combustione assente nella sigaretta elettronica e le sostanze inalate che nella sigaretta tradizionale sono circa 7000 di cui 70 cancerogene non presenti nella sigaretta elettronica.

Ci sono due modi di svapare:

  • Svapare di guancia che consiste nell’aspirare brevemente con la bocca per poi mandare una piccola quantità di vapore nei polmoni, replicando così lo stesso tiro delle sigarette tradizionale
  • Svapare di polmone invece consiste nell’aspirare direttamente nei polmoni una maggior quantità di aria, producendo così una maggior quantità di vapore. Lo svapo polmonare risulta essere quello più aromatico in quanto le papille gustative presenti sulla lingua vengono invase completamente dall’aroma presente nel vapore.

Questi due modi si differenziano tra loro oltre per la metodologia di tiro anche dai liquidi e sistemi utilizzati, come atomizzatori polmonari o atomizzatori da mtl (di guancia).

 

Modelli di sigaretta elettronica

Come descritto in precedenza ci sono differenti tipologie di atomizzatore e quindi anche differenti tipologie di sigarette elettroniche che vengono così catalogate:

  • Pod mod: sigarette elettroniche facili da utilizzare dalle piccole dimensioni e con un peso leggero, pensate per avere una buona portabilità e facilmente occultabili.
  • Starter kit: sistemi pronti all’uso composti da un corpo batteria e un atomizzatore nella maggior parte dei casi non rigenerabile e quindi utilizzabile con head coil sostituibili. Pensate per un utilizzo costante garantendo un'autonomia sia in termini di liquido che di durata della batteria per tutta la giornata.
  • Kit AIO (All In One): una box e un atomizzatore chiuse in una scatola. Le più famose e richieste sono le Billet Box e DotAio
  • Tubi meccanici: sistemi indicati per una utenza esperta, di forma cilindrica costruiti in differenti materiali. Se volessimo fare un parallelismo con il mondo del tabagismo i tubi meccanici sarebbero le pipe dei fumatori, un oggetto personale da collezione per eccellenza.

Ora non ti resta che scegliere la tua sigaretta elettronica, se è la prima, ti consigliamo di leggere la nostra guida Come scegliere la prima sigaretta elettronica.

Commenti (0)

Prodotto aggiunto alla lista dei desideri
Product added to compare.

ATTENZIONE!

E' vietata la vendita ai minori di anni diciotto di sigarette elettroniche (Ord. Min. della Salute 26 giugno 2013 - GU Serie Generale n.176 del 29-7-2013).
Accedendo al sito dichiari di essere maggiorenne.
Leggi bene i temini e le condizioni.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

È vietata la vendita ai minori di anni diciotto di sigarette elettroniche con presenza di nicotina (Ordinanza Ministero della Salute 26 giugno 2013 - GU Serie Generale n.176 del 29-7-2013): accedendo a questo sito dichiari di essere maggiorenne e di non utilizzare il Sito ed il materiale in esso contenuto per scopi illeciti o comunque contrari alle vigenti norme.